Presentare correttamente le esche di superficie come la mosca secca

Se i pesci non abboccano, una delle ragioni potrebbe essere che state offrendo l’esca alla profondità sbagliata. Soprattutto nelle calde giornate o serate estive, spesso non è possibile catturare i pesci in acque profonde. Di conseguenza, è una buona idea offrire l’esca da pesca sulla superficie dell’acqua. Molti pesci salgono in superficie e colpiscono.

Tuttavia, non è così facile ricorrere alle esche di superficie e pescare con successo con esse. Quando si pesca con queste esche, è estremamente importante scegliere le esche giuste e affidarsi alla giusta presentazione. Questo vale sia per la pesca classica con esche naturali che per la pesca a mosca.

La scelta dell’esca è estremamente importante

È particolarmente importante prestare attenzione alle esche naturali. Solo perché si offre un chicco di mais in superficie, ad esempio, non significa che i pesci come le trote o le carpe saliranno effettivamente. In generale, il cibo più probabile è quello che si trova in natura. In questo contesto, va menzionata la cosiddetta schiusa. A seconda delle condizioni meteorologiche e dell’acqua, può accadere che all’improvviso nascano innumerevoli ninfe che vogliono lasciare il loro habitat precedente. Tali ninfe sono anche chiamate emergenti dai pescatori a mosca. Gli animali salgono sulla superficie dell’acqua e poi lasciano l’acqua.

Quando si verifica la schiusa – perlomeno avviene in modo molto improvviso e centinaia o addirittura migliaia di ninfe si alzano in una sola volta – i pesci diventano molto attivi. Soprattutto le trote, i salmerini e i temoli amano colpire. Ma anche altri pesci non si lasciano sfuggire questo pasto. Se volete presentare un’esca di superficie, dovreste quindi scegliere le emergenti. Come esca si possono usare ninfe vere o esche artificiali. Sono adatti anche altri insetti come mosche o cavallette.

Bestseller No. 1
Pesca alla Trota Dry Fly Wickhams Fancy Set di 16 Mosche Clip Gratuito Chiuso Fly Box UK Pack # 319
  • Set di 16 mosche – Scatola con chiusura a clip
  • Alta qualità dal Regno Unito
  • Wickhams, fantasia, varie misure
Bestseller No. 2
Goddard Caddis Dry Fly | 9 artificiali (Black)
  • Provate in pesca, imitazione di tricottero adulto
  • 9 artificiali di tre misure #10 - #12 - #14 tre per tipo
  • Costruite interamente in Europa con materiali di prima scelta e ami barbless appositamente progettati

Legare e pescare le mosche secche nel modo giusto

Relativamente molti pescatori a mosca affermano che la pesca con le mosche secche dà loro il massimo piacere. Anche se questa esca non cattura in tutte le condizioni atmosferiche, quando il tempo è bello e gli insetti iniziano a deporre le uova sull’acqua, è davvero una buona scelta. Dopo tutto, è facile da guidare e le abboccate sono facili da individuare, quindi lo strike è relativamente buono e si hanno buone possibilità di catturare pesci come trote o temoli.

Per assicurarsi che i pesci vengano effettivamente catturati, è necessario tenere conto di diversi fattori. Innanzitutto, la scelta dell’esca. Se si pesca con mosche economiche, non bisogna sorprendersi se la presentazione non funziona. In linea di massima, è consigliabile optare per esche di alta qualità, perché sono realizzate meglio e sono composte da materiali di qualità superiore. Inoltre, a seconda della mosca, non dimenticate di applicare del galleggiante per mosche o un po’ di grasso, in modo che l’esca assorba meno acqua possibile e abbia quindi proprietà di nuoto di prima classe.

Per quanto riguarda la presentazione dell’esca in acqua, va detto che l’esperienza è particolarmente importante quando si lancia e si guida l’esca. Chi guida correttamente la mosca sulla superficie dell’acqua ha le maggiori possibilità di cattura. Le opinioni divergono sulla scelta delle dimensioni e dei colori. Alcuni pescatori a mosca preferiscono testare diversi modelli e colori o cambiare spesso esca. Altri sono fortemente orientati verso la natura e si accontentano quindi di una selezione più ridotta. Ognuno deve trovare la propria strada.

Pescare solo mosche secche di alta qualità

Come già detto, è consigliabile scegliere consapevolmente mosche di alta qualità. Questo vale non solo per le mosche secche, ma anche per altre esche artificiali come mosche bagnate, ninfe e streamer. L’alta qualità ripaga immediatamente sull’acqua e a lungo termine. Dopo tutto, le esche sono più facili da guidare e lanciare. Inoltre, hanno una durata di vita più lunga.

Se non si legano da soli le esche a mosca, ma si acquistano in un negozio di pesca o per corrispondenza, occorre prestare particolare attenzione. Vale la pena di informarsi sull’origine delle esche. Se acquistate le esche da un rinomato laboratorio di legatura a mosca, dovrete pagare di più per ogni esca, ma l’investimento sarà sicuramente ripagato a lungo termine.

Se le mosche vengono legate da soli, sono importanti due fattori. Innanzitutto, la scelta dei materiali gioca un ruolo importante. Dovrebbe essere chiaro a tutti che è conveniente utilizzare materiali di alta qualità per la legatura. Forse non sono così economici da acquistare, ma la qualità successiva parla da sé. Soprattutto nel caso delle mosche secche, questo aspetto è estremamente importante per poter legare, ad esempio, hackles solide che consentano una presentazione ottimale dell’esca. D’altra parte, la tecnica di legatura è di grande importanza: se non si padroneggia la legatura delle mosche, non si avrà successo nemmeno con i migliori materiali. Per questo motivo, soprattutto ai neofiti si consiglia di frequentare un corso di legatura della mosca. Un corso di questo tipo si ripaga rapidamente.