Pesca a feeder: La guida definitiva alla pesca con il cesto da feeder

[et_pb_section fb_built=”1″ admin_label=”Cover” _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default” collapsed=”on”][et_pb_row _builder_version=”4.7.7″ _module_preset=”default”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”4.7.7″ _module_preset=”default”][et_pb_text _builder_version=”4.7.7″ custom_padding=”4px|||||” text_font_size_tablet=”” text_font_size_phone=”13px” text_font_size_last_edited=”on|phone”]

[rank_math_breadcrumb]

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default” width=”100%”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default”][et_pb_image src=”@ET-DC@eyJkeW5hbWljIjp0cnVlLCJb250ZW50IjoicG9zdF9mZWF0dXJlZF9pbWFnZsSIInNldHRpbdzIjp7fX0=@” force_fullwidth=”on” _builder_version=”4.6.5″ _dynamic_attributes=”src” _module_preset=”default”][/et_pb_image][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_p_section fb_built=”1″ admin_label=”Post title” _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default” collapsed=”on”][et_pb_row _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default” custom_padding=”40px||40px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default”][et_pb_post_title author=”off” date_format=”j. F Y | ” featured_image=”off” _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default” title_font=”|600|||||||” title_text_align=”left” title_font_size=”45px” meta_font=”|600|||||||” meta_text_align=”left” meta_font_size=”14px” width=”80%” width_tablet=”” width_phone=”100%” width_last_edited=”on|desktop” module_alignment=”centre” custom_margin=”||-26px||” title_font_size_tablet=”” title_font_size_phone=”30px” title_font_size_last_edited=”on|phone”][/et_pb_post_title][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ admin_label=”Content” _builder_version=”4.6.5″ custom_padding=”25px||0px|” collapsed=”on”][et_pb_row _builder_version=”4.6.5″ width=”100%” custom_padding=”||||false|false” use_custom_width=”on” custom_width_px=”960px”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text ul_position=”inside” _builder_version=”4.6.5″ text_font_size=”20px” text_line_height=”2em” link_font=”|600||on||||dashed” link_font_size=”20px” ul_font=”||||||||” ul_font_size=”20px” ol_font_size=”20px” header_font=”||||||||” header_line_height=”1. 1em” header_2_font=”||||||||” header_line_height=”1. 1em”.1em” header_2_font=”|600|||||||” header_2_text_color=”#1d5b97″ width=”80%” width_tablet=”” width_phone=”100%” width_last_edited=”on|phone” module_alignment=”centre” custom_margin=”||||false|false” custom_margin_tablet=”” custom_margin_phone=”|10px||” custom_margin_last_edited=”on|desktop” custom_padding=”20px|60px|20px|60px|false|false” custom_padding_tablet=”” custom_padding_phone=”20px|20px|20px|false|false” custom_padding_last_edited=”on|phone” header_line_height_tablet=”” header_line_height_phone=”1.3em” header_line_height_last_edited=”on|phone” header_2_line_height_tablet=”” header_2_line_height_phone=”1.3em” header_2_line_height_last_edited=”on|phone” box_shadow_style=”preset1″]

Questa guida definitiva vi spiega esattamente come avere successo nella pesca a feeder. La pesca a piattello consiste nel posizionare un cestino pieno di cibo sul fondo. Imparerete a cosa prestare attenzione quando si pesca con il feeder, quali sono le montature disponibili e quali mangimi catturano davvero.

  1. Nozioni di base sulla pesca a feeder
    • Le stagioni
    • Il posto giusto per pescare
    • Preparazione del luogo di pesca, pastura e montaggio
    • Come preparare il luogo di pasturazione
    • La pesca a feeder richiede una regolazione costante della montatura
  2. Montature per la pesca a feeder
    • Montatura a braccio per la pesca a feeder
    • Montaggio ad anello
    • Montaggio fisso
  3. Lenze, ganci e alimentatori
    • La lenza giusta
    • L’amo giusto
    • I giusti cestini per il mangime
  4. La canna e il mulinello giusti
    • La canna giusta
    • Il mulinello giusto
  5. Esche e mangimi
    • Esche per la pasturazione
    • Mangimi ed esche per l’alimentazione

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ admin_label=”AdSense dopo l’estrazione” _builder_version=”4.6.5″ custom_padding=”40px||35px||” collapsed=”on”][et_pb_row _builder_version=”3.25″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_code _builder_version=”4.6.5″][the_ad_group id=”3100″][/et_pb_code][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ admin_label=”Sezione 1″ module_id=”basics” _builder_version=”4.6.5″ collapsed=”on”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ custom_margin=”|||” custom_padding=”10px||” use_custom_width=”on” custom_width_px=”960px”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text ul_position=”inside” ul_item_indent=”25px” _builder_version=”4.6.5″ text_font_size=”20px” text_line_height=”2em” link_font=”||||on||||” ul_font=”||||||||” ul_font_size=”18px” ul_line_height=”1. 5em” header_font=”1.5em” ul_item_indicatore=”25px” _builder_version=”4.6.5″.5em” header_font=”|700|||||||” header_2_font=”|600|||||||” header_2_text_color=”#1d5b97″ header_2_font_size=”28px” header_3_font=”|600|||||||” header_3_text_color=”#1d5b97″ header_3_font_size=”26px” width=”80%” width_tablet=”100%” width_phone=”100%” width_last_edited=”on|tablet” module_alignment=”centre” header_2_font_size_tablet=”” header_2_font_size_phone=”25px” header_2_font_size_last_edited=”on|phone” header_2_letter_spacing_tablet=”” header_2_letter_spacing_phone=”” header_2_letter_spacing_last_edited=”on|phone” header_3_font_size_tablet=”” header_3_font_size_phone=”23px” header_3_font_size_last_edited=”on|desktop”]

1. nozioni di base sulla pesca a feeder

La pesca con la canna da feeder è chiamata anche feeder fishing. Descrive la pesca con un cesto di pastura sul fondo di uno specchio d’acqua. È possibile pasturare con una precisione millimetrica e le abboccate attente sono segnalate anche dalla punta sottile del feeder.
I pesci bersaglio di questo metodo di pesca sono pesci pacifici che si nutrono sul fondo dell’acqua. Si pescano soprattutto orate, carpe e tinche. Ma anche le lasche possono essere attratte dalla risalita di particelle di cibo dall’acqua media locale.

-> In un altro articolo troverete i ritratti delle specie ittiche utilizzate per il feeder fishing.

Le stagioni

Il periodo migliore per la pesca a feeder è l’inizio dell’estate. I pesci sono molto attivi, affamati e non fa ancora troppo caldo, quindi sono molto attivi. Non lesinate sul cibo e scegliete un’esca più grande. In piena estate è necessario spostarsi nelle zone dell’acqua più ricche di ossigeno.
Anche l’autunno è buono. Soprattutto quando le temperature si alzano di nuovo un po’ in ottobre e i pesci si preparano per l’inverno. Assicuratevi quindi di avere cibo in abbondanza ed esche più grandi.
In primavera e in inverno è necessario fare attenzione, somministrare poco cibo e usare esche piccole con ami piccoli. Mentre in primavera si possono catturare giornate più attive, in inverno è solitamente molto difficile trovare i pesci.

Il posto giusto per pescare

Come sempre, la scelta del luogo di pesca è molto importante. Prima di tutto, vogliamo che qualcosa abbocchi e, in secondo luogo, dobbiamo abbinare cibo e attrezzatura di conseguenza. I bordi delle correnti sono sempre una buona scelta, così come tutti i tipi di insenature. Nei laghi si può pescare con successo davanti alla vegetazione (alberi, rive di erbe, bordi di canne, ecc.). I coregoni vi si nascondono spesso per sfuggire ai predatori. Oppure si può pescare con successo sui bordi o davanti ai banchi di sabbia e di cozze. Bisogna però fare attenzione, perché le cozze sono affilate e possono danneggiare la lenza. Non guasta nemmeno una certa libertà da impigli, per mantenere la perdita di materiale entro i limiti.

Preparazione del luogo di pesca, del cibo e del montaggio

Di solito si inizia a mescolare la pastura sul luogo di pesca, in modo che possa impregnarsi correttamente. Potete anche preparare il mangime a casa e, se necessario, bagnarlo brevemente sul luogo di pesca. Se il punto esatto di alimentazione e di pesca è già stato determinato e si trova a distanza di lancio, si può già lanciare qualche campione a mano o con uno spinner.

Poi si monta la canna e si prepara il punto di pesca (poco appariscente e tranquillo). L’ordine è la priorità assoluta. Una disposizione ordinata è importante perché quando si pesca a feeder non si cammina molto sul posto, ma ci si siede principalmente sulla sedia e si regola tutto da lì. È quindi consigliabile disporre tutto a sinistra e a destra della sedia. Ad esempio, la cassetta dell’attrezzatura con gli accessori a sinistra e le scatole di esche accanto ad essa su un supporto posto su uno spiedo nel pavimento. Il secchio del mangime è tra i piedi, la canna da pesca è vicina sulla destra e anche il retino è a portata di mano.

Come preparare la stazione di alimentazione

All’inizio può essere utile gettare più volte il cesto di alimentazione vuoto – senza ganci sulla montatura. Da un lato, notiamo se è in grado di resistere alla corrente o se deve essere sostituito con uno con più piombo, e dall’altro possiamo vedere se c’è il rischio di impigliarsi.
Poi riempiamo il cestino per la prima volta e lanciamo verso il punto di pesca previsto. Puntiamo a un bersaglio evidente sull’altra sponda e cerchiamo di dosare la potenza di lancio in base alla distanza. Una volta che il lancio è riuscito, la lenza viene agganciata alla clip del mulinello da pesca, in modo che d’ora in poi la distanza sia sempre la stessa. In alternativa, si può segnare la lenza con una penna impermeabile. Anche il nostro “rilevamento del bersaglio” deve rimanere sempre lo stesso. Questo è l’unico modo per colpire e pasturare sempre nello stesso punto. Se distribuite il mangime quando lanciate, distribuirete anche i pesci.
Prima di iniziare a pescare, potete lanciare 3-6 cesti di pastura nello stesso punto e svuotare la mangiatoia con brevi scatti. In questo modo avrete già un punto di alimentazione fisso e i primi pesci non tarderanno ad arrivare.

La pesca a feeder richiede continui aggiustamenti dell’attrezzatura.

Solo ora il leader viene agganciato e l’amo viene innescato. Anche se non ci sono abboccate, il feeder viene comunque riempito e gettato regolarmente. A seconda della situazione, ciò può avvenire ogni 5-15 minuti.
Si controlla anche l’esca dell’amo e, se necessario, la si sostituisce o la si riempie di attrattivo.

La canna viene posizionata con un angolo di 45° rispetto alla zona di alimentazione e la lenza viene riavvolta finché la punta della canna non si piega leggermente. In acque ferme, la punta dovrebbe essere appena sopra la superficie dell’acqua. Sui fiumi con forti correnti, la canna deve essere posizionata in modo ripido. In questo modo la lenza si trova il meno possibile nella pressione della corrente.

Questo è di solito l’inizio dell’infinita fase di sperimentazione. In nessun caso un pescatore di feeder orientato al successo pescherà per tutto il tempo con la stessa attrezzatura invariata. Anche quando i pesci sono sul posto e abboccano, un attrezzo da feeder può essere migliorato. A maggior ragione se non c’è successo, bisogna almeno cambiare i dettagli.
Ognuno deve cercare di capire dove sta il difetto:

  • L’amo e/o l’esca sono troppo piccoli o troppo grandi?
  • È l’esca sbagliata?
  • Il mio leader è troppo lungo o troppo corto?
  • Il feeder è troppo grande (troppo forte) o troppo leggero?
  • Un posizionamento sbagliato o sfavorevole della canna impedisce il rilevamento dell’abboccata?
  • Il mangime è troppo bagnato (rimane nella mangiatoia) o troppo secco (cade dal cestello in superficie)?

Se si cambia e si sperimenta, si impara sempre qualcosa di nuovo. Anche o soprattutto quando si commettono errori. Naturalmente, se non si fanno cambiamenti, non si troveranno errori. Ecco perché bisogna sempre continuare a provare e non escludere nessuna possibilità.

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row admin_label=”row” module_id=”montagen” _builder_version=”4.6.5″ custom_margin=”|||” custom_padding=”10px||” use_custom_width=”on” custom_width_px=”960px”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text ul_position=”inside” ul_item_indent=”25px” _builder_version=”4.6.5″ text_font_size=”20px” text_line_height=”2em” link_font=”||||on||||” ul_font=”||||||||” ul_font_size=”18px” ul_line_height=”1. 5em” header_font=”||||||||” ul_font_size=”18px” ul_line_height=”1. 5em5em” header_font=”|700|||||||” header_2_font=”|600|||||||” header_2_text_color=”#1d5b97″ header_2_font_size=”28px” header_3_font=”|600|||||||” header_3_text_color=”#1d5b97″ header_3_font_size=”26px” width=”80%” width_tablet=”100%” width_phone=”100%” width_last_edited=”on|tablet” module_alignment=”centre” header_2_font_size_tablet=”” header_2_font_size_phone=”25px” header_2_font_size_last_edited=”on|phone” header_2_letter_spacing_tablet=”” header_2_letter_spacing_phone=”” header_2_letter_spacing_last_edited=”on|phone” header_3_font_size_tablet=”” header_3_font_size_phone=”23px” header_3_font_size_last_edited=”on|desktop”]

2. montature per la pesca a feeder

Soprattutto per quanto riguarda le montature, si può notare l’infatuazione degli specialisti. Ma il punto fondamentale di una buona montatura da feeder è che entri in acqua senza grovigli! Nessuna treccia, per quanto buona, con decine di nodi SuperHyperMegaSpace catturerà anche un solo pesce se arriva sul fondo come una palla gigante. Ognuno dovrebbe usare il metodo di legatura che riesce a lanciare meglio. È meglio usare un metodo più primitivo e quindi catturare più pesci che disperarsi continuamente per la frustrazione in acqua e sciogliere una massa di nodi gordiani – almeno questo è il mio motto.

L’elenco mostra le montature più popolari. Le rappresentazioni pittoriche sono solo semplici schizzi e non hanno la pretesa di essere valutazioni artistiche.

Supporto per braccio alimentatore

Queste montature sono le più facili da legare e non creano quasi nessun problema durante il lancio. Sono un buon modo per i principianti di provare la pasturazione. Tuttavia, queste montature oppongono una certa resistenza ai pesci e non sono quindi adatte ad animali sensibili.

Una barra di lancio e poi una perlina di gomma vengono tirate sulla lenza principale. Quindi si lega la girella e vi si avvolge il leader.

Bestseller No. 1
Anti-Groviglio Bracci, Anti-Tangle Boom, Connettore Pesca, PVC Balance Connector Attrezzatura da Pesca Anti Groviglio Boom Accessorio per la Pesca in Mare, Anti Groviglio Connettore Balance Connector
  • 10 PCS con girella curva: qui puoi acquistare subito 10 tubi anti-groviglio per la pesca a feeder.
  • Accessori Pesca per Pesca All'Aperto: il tubo per attrezzatura da pesca è realizzato in materiale duro traslucido nero...
  • Anti Tangle Boom luminoso: con il design cavo, entrambe le estremità possono essere passate attraverso la lenza, il che...
Bestseller No. 2
Anelli 20 pezzi Anti Tangle da Pesca Bracci, Connettore Anti Groviglio Pesca con Tubo Connettore Bilancia Anti-tangle boom, Pesca Accessori per la Pesca all'Aperto, 20cm
  • 🐠【La confezione include】20 unità connettore antigroviglio da pesca in plastica da 20 cm. Perfetto per gli usi...
  • 🐠 【Materiale】 Il connettore da pesca antigroviglio è realizzato in resistente materiale duro ABS traslucido,...
  • 🐠【Ampi usi】L'antigroviglio da pesca è molto adatto per la pesca in barca, la pesca in mare, la pesca su roccia...

Montaggio ad anello

La montatura ad anello è sicuramente il modo migliore per agire con l’alimentatore. I pesci non sentono quasi alcuna resistenza e l’abboccata viene rilevata molto bene. Se si seguono alcuni principi di base, si può pescare senza grovigli.

Infilare un gancio o una girella con moschettone sulla lenza principale. Quindi raddoppiare il cordino per 30-40 cm e fare un’asola. All’estremità del cappio grande, legare un piccolo cappio lungo circa 5 cm, in modo da avere un lato più lungo nel cappio principale dove si trova la nostra gruccia. In questo modo il nodo non sarà appesantito dal cestino pieno quando lo useremo per lanciare. L’asola piccola così ottenuta viene dimezzata, avvolgendola di nuovo. Il cappio intermedio che ne risulta funge da distanziatore per il leader, che viene agganciato nell’ultimo. È opportuno fare due volte i nodi ad occhiello per aumentarne la resistenza.

Ecco un video su come farlo:


Nel video viene spiegato il montaggio di un cesto di alimentazione che non richiede una girella. Il pesce non sente alcuna resistenza.

Montaggio fisso

Se i pesci abboccano senza problemi, si può avere un buon successo con questo metodo. Tuttavia, ho dei problemi a lanciare con questo metodo. Quindi uso questo metodo solo quando posso posizionare l’esca vicino alla riva con un lancio sciolto sotto mano.

Il modo più semplice per farlo è quello di annodare un grande anello di 30-60 cm di diametro nella lenza principale (ovviamente con il nodo a doppio anello). Tagliate l’occhiello a lunghezze disuguali e fissate il cestello di alimentazione all’estremità più corta e l’amo all’estremità più lunga. Se volete (o dovete) rimanere flessibili, potete naturalmente legare delle girelle alle estremità della lenza. In questo modo il cestello o il leader viene agganciato e sostituito da un altro se necessario. Se si vuole andare sul sicuro, si può anche legare un braccio laterale più debole per il feeder. Se il cesto di alimentazione si impiglia nel terreno (o nell’albero quando si lancia), l’intero gruppo non si rompe e un pesce agganciato non va perso!

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row admin_label=”row” module_id=”cord” _builder_version=”4.6.5″ custom_margin=”|||” custom_padding=”10px||” use_custom_width=”on” custom_width_px=”960px”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text ul_position=”inside” ul_item_indent=”25px” _builder_version=”4.9.3″ text_font_size=”20px” text_line_height=”2em” link_font=”||||on||||” ul_font=”||||||||” ul_font_size=”18px” ul_line_height=”1. 5em” header_font=”||||||||” ul_font_size=”18px” ul_line_height=”1. 5em5em” header_font=”|700|||||||” header_2_font=”|600|||||||” header_2_text_color=”#1d5b97″ header_2_font_size=”28px” header_3_font=”|600|||||||” header_3_text_color=”#1d5b97″ header_3_font_size=”26px” width=”80%” width_tablet=”100%” width_phone=”100%” width_last_edited=”on|tablet” module_alignment=”centre” hover_enabled=”0″ header_2_font_size_tablet=”” header_2_font_size_phone=”25px” header_2_font_size_last_edited=”on|phone” header_2_letter_spacing_tablet=”” header_2_letter_spacing_phone=”” header_2_letter_spacing_last_edited=”on|phone” header_3_font_size_tablet=”” header_3_font_size_phone=”23px” header_3_font_size_last_edited=”on|desktop” sticky_enabled=”0″]

3. lenza, ami e cestini per la pesca a feeder con il cestino da feeder.

La pesca a feeder è uno sport dalle mille sfaccettature e quindi non esiste un’unica attrezzatura adatta. A seconda del pesce bersaglio o dell’acqua in cui si pesca, la lenza e l’amo devono essere adattati.

La lenza giusta

Fondamentalmente, la lenza deve essere adatta alla canna e alla preda prevista. Ma questo vale per tutti i tipi di pesca. Nella maggior parte dei casi, il monofilo è la scelta migliore. Le versioni meno elastiche ci danno un’immagine più precisa delle abboccate dei pesci. Per la pasturazione uso uno 0,18-0,22 mm. Raramente devo discostarmi da questo valore. Per il pickerel, ritengo che un diametro compreso tra 0,12 e 0,16 mm sia appropriato.
Quando si pesca a feeder, il diametro della lenza principale può essere ridotto utilizzando una lenza da strike (che è circa il doppio della lunghezza della canna). Tuttavia, a volte si verificano problemi di annodamento tra le due lenze perché gli anelli delle canne da feeder sono molto stretti.

Per lanci molto lunghi o per una forte pressione di corrente, si usa anche il trecciato. Poiché non si allunga, le abboccate sono indicate in modo molto diretto. Nel combattimento, tuttavia, la mancanza di allungamento porta a uno slittamento più frequente dell’amo. Un filo di monofilo a monte è solo una soluzione di fortuna, perché anche in questo caso ci sono spesso abbastanza problemi quando si lancia con il nodo di collegamento. Sono disponibili anche i cosiddetti ammortizzatori. Questi possono essere installati tra il leader e la lenza madre e hanno lo scopo di evitare lo slittamento. Se avete grossi problemi in questo senso, dovreste provarli.
Poiché il trecciato assorbe l’acqua, non dovrebbe essere usato a temperature rigide.

Bestseller No. 1
By Döme TEAM FEEDER Super Sensitive Line 0,25 mm, 9,1 kg, 300 m, trasparente, alta resistenza all'abrasione, bassa elasticità e azione di affondamento
  • Le linee TEAM FEEDER sono realizzate utilizzando materie prime di altissima qualità e tecnologia giapponese
  • Lenza monofilamento estremamente resistente, resistente all'usura, a bassa elasticità, perfettamente in linea con le...
  • Super Sensitive è un compagno quasi invisibile per la pesca con attrezzatura fine e competitiva

Il gancio destro

In realtà, il problema è lo stesso di tutti i tipi di pesca. L’amo non deve essere troppo piccolo, in modo da non essere inghiottito troppo velocemente, né troppo grande, in modo da essere preso anch’esso. In questo caso vale la pena non limitarsi a comprare a buon mercato. Gli ami piegati o rotti sono una seccatura sia per il pescatore che per il pesce. Il materiale più sottile possibile facilita una presentazione naturale e insospettabile dell’esca.

È necessario sperimentare costantemente la lunghezza del leader durante la pesca. Se l’abboccata è buona, il leader può essere lungo solo 20 cm e trasmettere così le abboccate in modo rapido e sicuro. Se invece la nostra preda è sospettosa, potremmo essere costretti ad allungarlo fino a 120 cm. Non potendo sapere tutto questo in anticipo, ha senso iniziare con circa 50 cm.

Per me, la misura dell’amo per la pesca a feeder varia tra il 16 e il 6 e per il pickerel ad angolo tra il 20 e il 12. Spesso inizio le mie sessioni di pesca con l’amo del 16 e questo per entrambi i tipi di pesca. Poi regolo la misura dell’amo in base al comportamento dell’abboccata e alla specie di pesce che abbocca. Se vi aspettate un barbo, una carpa o una trota con un’alta probabilità, dovreste almeno iniziare con ami del 10!

Attaccare i pallini di piombo al leader ( ” …in modo che l’esca non giri a vuoto…” ) non ha senso secondo me. In presenza di forti correnti, dove ciò potrebbe accadere, pesco con un leader molto corto e tengo l’esca abbastanza ferma. I pesci in forte corrente sono intrinsecamente meno sospettosi e più decisi. Nelle correnti lente, dove preferisco usare leader lunghi, il problema del “twirling” non si pone.

Bestseller No. 1
Browning Bronzo 12 Feeder Method - Ganci per terminali con ago boilie, 3,5 kg, diametro 0,20 mm, 10 cm, 8 pezzi
  • Metodo di lenza corta sul monofilo Cenex. Il robusto gancio Mustad resiste anche alla carpa nel drill. Con ago boilie...

I giusti cesti di alimentazione

Futterkörbe zum Angeln
A seconda della posizione e del tipo di mangime, si utilizzano cestelli diversi. Qui di seguito sono mostrati: Cestello per mangime a spirale (per pasta, pane), cestello per mangime chiuso (larve, vermi), cestello per mangime autocostruito ricavato da una lattina di pellicola, cestello per mangime in filo metallico (il più usato) © Paul Lahrmann

Esistono fondamentalmente tre tipi di cestelli di alimentazione: cestelli chiusi, cestelli aperti o spirali di alimentazione. Tutti hanno la loro giustificazione e il loro campo di applicazione.

Cestelli di alimentazione aperti

Di solito sono costituiti da una gabbia metallica aperta sul fondo e sulla parte superiore. Contengono la miscela di pastura, che viene poi lentamente lavata via dalla corrente. In acqua ferma, si può scegliere una maglia più grossa rispetto al fiume. Esistono diverse forme di cestini. Spesso sono rotondi, ma i corpi triangolari e quadrati resistono meglio alla corrente. Inoltre, esistono anche cesti con pesi di piombo concentrici sul lato inferiore (cesti di velocità) per le distanze più lunghe.

Canestri chiusi

Hanno un fondo e un coperchio e sono dotati di fori. Le larve libere escono dal contenitore e attirano i pesci. Se le larve escono troppo velocemente dal loro alloggiamento, si possono chiudere alcuni fori con del nastro adesivo, rallentando così la loro fuga. Grazie alla loro galleggiabilità e alla forma chiusa, questi cestini raggiungono rapidamente la superficie quando vengono recuperati e quindi difficilmente si impigliano negli ostacoli.
Un cestino di questo tipo può anche essere riempito con una spugna preparata con un attrattivo. Questo è un buon metodo in acque torbide e anche di notte quando si pesca l’anguilla. Questo tipo di cestino è facile da realizzare con barattoli di pellicola o uova.

Spirali di alimentazione

Si muovono sulla lenza principale e di solito accettano groundbait o pasta tenace; sono disponibili anche con o senza piombo.

Se vogliamo che le nostre mangianze rimangano nella corrente, devono avere un peso adeguato. Di solito viene fissato all’esterno un vetrino di piombo, che impedisce di rotolare via. Se nella nostra attrezzatura abbiamo qualche piccola striscia di piombo per tetti, possiamo aumentare il peso del cesto della mangiatoia, se necessario. Altrimenti, dovrebbero essere sempre disponibili cestini di peso diverso. Aggiungere un piombo o un sassolino alle mangiatoie chiuse per aumentarne il peso è sicuramente il problema minore.

-> In un articolo supplementare ho fornito istruzioni su come realizzare le proprie mangiatoie.

Bestseller No. 1
generico Cestino Porta trote portatrote Pesca Fiume Torrente Cesto cestello Porta Pesci
  • CESTINO IN PLASTICA PORTA PESCE CON TRACOLLA REGOLABILE CM.30X15X15
Offerta: -44%Bestseller No. 2
Carson Cestino Pesca di Ferro cestello in Metallo Porta Pesci retino Pesca portapesci
  • CESTINO IN METALLO PORTA PESCI COLLO ALTO,APERTURA A MOLLA E MANICO PER IL TRASPORTO.
  • DETTAGLI TECNICI : DIAMETRO MAX. CM. 30 MASSIMA ALTEZZA CM. 28 DIAMETRO COLLO CM. 23 DIAMETRO INGRESSO PESCE...
Bestseller No. 3
Cestino Plastica ABS Porta Trote Pesca Trota Torrente Contenitore Pesce Tracolla Mod.110
  • Cestino porta pesci in materiale plastico. Dispone nella parte superiore di comode tasche porta esche e porta minuteria,...
  • Dimensione (CM): 34X14 Altezza (CM): 17

Altri accessori

Girelle per collegare le parti di montaggio che tendono ad aggrovigliarsi ed eventualmente per appendere le mangiatoie:

Perline di gomma o pezzi di tubo di silicone come protezione dei nodi sulla girella:

Perline Leger o simili per appendere cesti o piombi (perline con moschettone):

Bracci per il montaggio senza grovigli dei cestini di alimentazione (tubi di plastica con moschettone):

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ admin_label=”Angelplatz Advertising Block Accessories” _builder_version=”4.6.5″ module_alignment=”centre” custom_padding=”0px||0px|” top_divider_style=”arrow2″ top_divider_color=”#1d5b97″ top_divider_height=”56px” bottom_divider_color=”#6cadd5″ border_color_all=”#1d5b97″ border_width_bottom=”2px” collapsed=”on”][et_pb_row _builder_version=”3.25″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”3.27.4″ text_text_color=”#ffffff” text_font_size=”16px” custom_margin=”|||” custom_margin_tablet=”-23px||” custom_margin_phone=”0px||” custom_margin_last_edited=”on|tablet” custom_padding=”5px||0px” custom_padding_tablet=”0px||” custom_padding_phone=”” custom_padding_last_edited=”on|tablet”]

Offerte dei partner

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row column_structure=”1_3,1_3,1_3″ use_custom_gutter=”on” gutter_width=”1″ custom_padding_last_edited=”on|tablet” module_class=” et_pb_row_fullwidth” _builder_version=”3.25″ width=”100%” width_tablet=”100%” width_phone=”” width_last_edited=”on|desktop” max_width=”100%” max_width_tablet=”100%” max_width_phone=”” max_width_last_edited=”on|desktop” module_alignment=”centre” custom_margin=”|||” custom_padding=”33px||” custom_padding_tablet=”” custom_padding_phone=”” make_fullwidth=”on”][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.3.2″ link_font=”|600|||||||” link_text_color=”#0c71c3″ custom_margin_tablet=”” custom_margin_phone=”|||” custom_margin_last_edited=”on|phone” custom_padding=”||140px” custom_padding_tablet=”||0px” custom_padding_phone=”7px||” custom_padding_last_edited=”on|desktop”]Futterkorb

Cestini per la pappa
da 1,59 EUR


[/et_pb_text][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text disabled_on=”on|off|off” _builder_version=”4.3.2″ link_font=”|600|||||||” link_text_color=”#0c71c3″ custom_padding=”|||” custom_padding_tablet=”||0px” custom_padding_phone=”” custom_padding_last_edited=”on|phone”]Rutenauflage

Ripiedi per aste
a partire da 3 EUR

[/et_pb_text][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text disabled_on=”on|off|off” _builder_version=”4.3.2″ link_font=”|600|||||||” link_text_color=”#0c71c3″ custom_margin_tablet=”” custom_margin_phone=”” custom_margin_last_edited=”on|desktop” custom_padding=”|140px||” custom_padding_tablet=”|0px||” custom_padding_phone=”” custom_padding_last_edited=”on|phone”]Sitzkiepe

Sitzkiepen
da 30 EUR

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ admin_label=”Canna e mulinello” _builder_version=”4.6.5″ collapsed=”on”][et_pb_row module_id=”rod” _builder_version=”4.6.5″ custom_margin=”|||” custom_padding=”10px||” use_custom_width=”on” custom_width_px=”960px”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text ul_position=”inside” ul_item_indent=”25px” _builder_version=”4.6.5″ text_font_size=”20px” text_line_height=”2em” link_font=”||||on||||” ul_font=”||||||||” ul_font_size=”18px” ul_line_height=”1. 5em” header_font=”||||||||” ul_font_size=”18px” ul_line_height=”1. 5em5em” header_font=”|700|||||||” header_2_font=”|600|||||||” header_2_text_color=”#1d5b97″ header_2_font_size=”28px” header_3_font=”|600|||||||” header_3_text_color=”#1d5b97″ header_3_font_size=”26px” width=”80%” width_tablet=”100%” width_phone=”100%” width_last_edited=”on|tablet” module_alignment=”centre” header_2_font_size_tablet=”” header_2_font_size_phone=”25px” header_2_font_size_last_edited=”on|phone” header_2_letter_spacing_tablet=”” header_2_letter_spacing_phone=”” header_2_letter_spacing_last_edited=”on|phone” header_3_font_size_tablet=”” header_3_font_size_phone=”23px” header_3_font_size_last_edited=”on|desktop”]

La canna e il mulinello giusti per la pesca a feeder con il cestino da feeder

Quasi nessun altro metodo di pesca esige tanto dall’attrezzatura quanto il feeder fishing. Nei fiumi è necessario portare sul posto cestini di pastura che a volte pesano 100 grammi.

I seguenti punti sono importanti per la canna e il mulinello (versione breve):

  • spina dorsale forte
  • azione di punta comunque sensibile
  • anelli di diametro extra large per lanci lunghi
  • il robusto mulinello da surf offre un ingranaggio robusto e una posa pulita della lenza
  • la grande bobina di lenza assicura un recupero senza fatica del cestello di alimentazione

La canna giusta

Quando si sceglie una canna, è importante chiarire quale tipo di canna deve essere. Esistono fondamentalmente tre tipi diversi per la pesca a feeder (vedi sotto). Quando si sceglie la lunghezza, è importante sapere dove si vuole pescare e quali sono le condizioni della riva. Consiglio sicuramente un manico in sughero, che è il materiale più confortevole e delicato per la pelle. Inoltre, scelgo sempre canne a innesto.

Le canne da feeder sono canne di base robuste (3 – 4,5 m) con punte tremolanti molto sensibili per la pesca a cestino. Questo è il tipo di canna di cui parliamo in questa pagina. La classificazione di base consiste solitamente in canne da feeder leggere per le acque calme, da feeder medie per i pescatori a tutto tondo, da feeder pesanti per i fiumi e da feeder extra pesanti per i torrenti come il Reno. Anche le canne da beach feeder per il surf fishing stanno diventando sempre più popolari.
Tutte le canne sono solitamente fornite con 2 – 4 punte intercambiabili, in modo da poter affrontare le diverse condizioni di pesca (vento, corrente) con la stessa canna.
Per evitare equivoci: una punta diversa non cambia l’azione della canna! Anche se vengono sempre fornite diverse punte, solo una è effettivamente ideale per la canna. L’uso delle punte dipende principalmente dalle condizioni del vento e della corrente. Per entrambi vale quanto segue: più forte è il vento, più dura è la punta. Si dovrebbe sempre utilizzare il puntale più morbido possibile.

Lecanne da posa sono canne di base leggere (circa 3 m), dotate di un filetto a vite nell’anello terminale. Qui è possibile fissare un puntale oscillante o tremolante. È possibile acquistare un anello terminale adatto e i vari puntali nei negozi specializzati. In questo modo è possibile convertire una canna da fondo già esistente (preferibilmente una canna a innesto in due pezzi) per iniziare a pescare con questo tipo di canna. Certamente è solo un compromesso, ma sufficiente per fare dei test.

Leangle picker sono le canne treble-tip più sottili (2,4 – 3 m) per le acque più calme e i pesci di taglia medio-piccola. Normalmente si pescano senza feeder, ma solo con il più piccolo peso in piombo. Di solito sono dotate di tre punte intercambiabili e possono quindi essere utilizzate universalmente.

Il mulinello giusto

Utilizziamo esclusivamente mulinelli fissi di alta qualità. L’uso di mulinelli a rotazione libera non ha senso in questo tipo di pesca. Poiché il pesce deve essere in grado di percepire l’abboccata sulla punta della canna, la lenza non deve uscire dal mulinello.

Un robusto cestello per la raccolta della lenza con un grande rullo a sfera, un robusto asse del mulinello, una manovella robusta e maneggevole, un freno di prima classe, un bordo di lancio in metallo (indispensabile per la pesca con i trecciati) sulla bobina e un rapporto di trasmissione elevato (oltre 5:1) sono gli ingredienti giusti per un buon mulinello da feeder. Poiché i freni di testa hanno superfici frenanti più ampie, sono solitamente più facili da controllare.
Per l’angle picker, i cosiddetti mini mulinelli sono abbastanza adatti. In generale, bisogna assicurarsi che il peso del mulinello sia adatto alla canna. La nostra attrezzatura non deve essere troppo pesante in testa o in coda.

-> In un altro articolo troverete altri consigli sulla canna, il mulinello e la lenza più adatti alle diverse acque.

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ admin_label=”Canne da pesca spot promozionali a blocco” _builder_version=”4.6.5″ module_alignment=”centre” custom_padding=”0px||0px|” top_divider_style=”arrow2″ top_divider_color=”#1d5b97″ top_divider_height=”56px” bottom_divider_color=”#6cadd5″ border_color_all=”#1d5b97″ border_width_bottom=”2px” collapsed=”on”][et_pb_row _builder_version=”3.25″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”3.27.4″ text_text_color=”#ffffff” text_font_size=”16px” custom_margin=”|||” custom_margin_tablet=”-23px||” custom_margin_phone=”0px||” custom_margin_last_edited=”on|tablet” custom_padding=”5px||0px” custom_padding_tablet=”0px||” custom_padding_phone=”” custom_padding_last_edited=”on|tablet”]

Offerte dei partner

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row column_structure=”1_3,1_3,1_3″ use_custom_gutter=”on” gutter_width=”1″ custom_padding_last_edited=”on|tablet” module_class=” et_pb_row_fullwidth” _builder_version=”3.25″ width=”100%” width_tablet=”100%” width_phone=”” width_last_edited=”on|desktop” max_width=”100%” max_width_tablet=”100%” max_width_phone=”” max_width_last_edited=”on|desktop” module_alignment=”centre” custom_margin=”|||” custom_padding=”33px||” custom_padding_tablet=”” custom_padding_phone=”” make_fullwidth=”on”][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.3.2″ link_font=”|600|||||||” link_text_color=”#0c71c3″ custom_margin_tablet=”” custom_margin_phone=”|||” custom_margin_last_edited=”on|phone” custom_padding=”||140px” custom_padding_tablet=”||0px” custom_padding_phone=”7px||” custom_padding_last_edited=”on|desktop”]Feederrute

[/et_pb_text][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text disabled_on=”on|off|off” _builder_version=”4.3.2″ link_font=”|600|||||||” link_text_color=”#0c71c3″ custom_padding=”|||” custom_padding_tablet=”|||0px” custom_padding_phone=”” custom_padding_last_edited=”on|phone”]Rolle Feedern

Pesca con mulinello
da 39 EUR

[/et_pb_text][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text disabled_on=”on|off|off” _builder_version=”4.3.2″ link_font=”|600|||||||” link_text_color=”#0c71c3″ custom_margin_tablet=”” custom_margin_phone=”” custom_margin_last_edited=”on|desktop” custom_padding=”|140px||” custom_padding_tablet=”|0px||” custom_padding_phone=”” custom_padding_last_edited=”on|phone”]Schnur feedern

Linee di alimentazione
da 5 EUR

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ admin_label=”feed” _builder_version=”4.6.5″ custom_padding=”||20px|” collapsed=”on”][et_pb_row admin_label=”row” module_id=”feed” _builder_version=”4.6.5″ custom_margin=”|||” custom_padding=”10px||” use_custom_width=”on” custom_width_px=”960px”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text ul_position=”inside” ul_item_indent=”25px” _builder_version=”4.6.5″ text_font_size=”20px” text_line_height=”2em” link_font=”||||on||||” ul_font=”||||||||” ul_font_size=”18px” ul_line_height=”1. 5em” header_font=”||||||||” ul_font_size=”18px” ul_line_height=”1. 5em5em” header_font=”|700|||||||” header_2_font=”|600|||||||” header_2_text_color=”#1d5b97″ header_2_font_size=”28px” header_3_font=”|600|||||||” header_3_text_color=”#1d5b97″ header_3_font_size=”26px” width=”80%” width_tablet=”100%” width_phone=”100%” width_last_edited=”on|tablet” module_alignment=”centre” header_2_font_size_tablet=”” header_2_font_size_phone=”25px” header_2_font_size_last_edited=”on|phone” header_2_letter_spacing_tablet=”” header_2_letter_spacing_phone=”” header_2_letter_spacing_last_edited=”on|phone” header_3_font_size_tablet=”” header_3_font_size_phone=”23px” header_3_font_size_last_edited=”on|desktop”]

Esche e mangimi per la pesca a feeder con il cesto da feeder

Angelfutter zum Anfüttern
È importante scegliere il mangime per la pesca in base al pesce bersaglio e all’acqua. © Paul Lahrmann

Esistono molte esche e varianti di mangime per la pesca a piattello. Nei negozi di pesca, i sacchetti di mangime e gli aromi si accumulano sugli scaffali. Ma a volte meno è meglio e si può pescare con successo anche con un verme e gli ingredienti della propria cucina.

Possibili esche per la pasturazione

In linea di principio, tutte le esche da pesca conosciute sono utilizzabili anche per la pasturazione. Tuttavia, poiché l’attrezzatura atterra in modo molto brusco nell’acqua, di solito si usano solo quelle più robuste. A seconda del pesce bersaglio, è possibile variare la scelta dell’esca. Il seguente elenco non deve essere inteso come una classificazione.

Vermi

Per molti pescatori i vermi sono l’esca principale per l’alimentazione. Con i vermi è possibile catturare il maggior numero di pesci, ma spesso anche quelli più piccoli. Gli ami a filo sottile sono d’obbligo, altrimenti i vermi fuoriescono durante l’innesco. Un fascio di vermi (tutti appena leccati sulla pelle dell’estremità più spessa) può anche portare grandi sorprese.

Vermi

Se sono troppo grandi, possono essere facilmente tagliati a pezzi. È meglio pungerli una sola volta alla volta. Più si muovono liberamente, più sono attraenti. È possibile aumentare l’attrazione iniettando aria o sostanze attrattive. Un verme stercorario in combinazione con un verme è per me l’esca per eccellenza per la pesca a feeder.

Mais

Basta aprire la lattina e via – quasi l’ideale! Attenzione: non tutti i pesci pacifici sono entusiasti di questa esca. Ad esempio, non ricordo di aver mai catturato una nocciola con questa esca. Ma soprattutto nelle acque dove si pesca molto, i pesci devono già pensare che il mais stia crescendo sul fondo. In acque torbide, i chicchi agiscono davvero come un segnale per mangiare. In pratica, compro solo mais alimentare a basso costo e a volte aggiungo un po’ di esca il giorno prima.
Cucinare il mais duro da soli è più economico all’ingrosso, ma è un’opzione riservata ai pescatori che vanno a caccia di carpe con una canna da feeder molto pesante.

Branchi di pesce azzurro

In realtà il mio consiglio segreto per le grandi catture. In passato mi davano fastidio solo quando scavavo in giardino, ma ora li raccolgo volentieri e li tengo in cantina nel muschio umido. Non so perché si catturino così bene, ma non mi interessa.

Mignoli

I Minnimad sono ottimi per la pesca invernale, quando i pesci si saziano rapidamente e non mangiano molto. Poiché si pesca con ami dal 22 al 18, hanno senso solo su un pickerel angolato.

Formaggio

In autunno ho avuto buone esperienze con il Gouda nella pesca al barbo. Se il formaggio è stato reso puzzolente con un attrattivo per formaggi, è particolarmente buono. Quindi, tappatevi il naso e provate a pescare.

Carne per la prima colazione

Piccoli pezzi infilati nell’ago dell’esca portano di tanto in tanto bei barbi, cavedani e trote iridee. Se avete problemi di tenuta dell’amo, inserite un pezzo di foglia o di filo d’erba nella curva dell’amo contro cui preme l’esca, intrappolandola così. È anche possibile tagliare i cubetti a casa. Poi si possono friggere brevemente. In questo modo diventano più sodi e hanno un profumo più intenso. Se si raffredda bene la carne della colazione o addirittura la si congela, si avranno meno problemi durante il lancio.

Impasto

Questo metodo causa spesso problemi di conservazione dell’amo. Ma ha il vantaggio di poter regolare il gusto con gli ingredienti in base al pesce da pescare. Gli ami da pastura con una piccola spirale (o un pezzo di pennino biro) sul gambo dell’amo sono spesso utili. Ho anche incorporato alcune fibre di cotone idrofilo per aumentare la durata.

Canapa

Dovrebbe essere una buona esca per gli scarafaggi!? Ma sfortunatamente non posso riferire di alcun successo clamoroso con essa. Secondo altri pescatori, si dovrebbe pescare con questa esca solo quando molti pescatori pacifici la utilizzano e i pesci sono abituati all’esca.

Cibo per l’alimentazione

Il trucco per la pasturazione consiste nell’alimentare il pesce direttamente sull’amo. Se si seguono alcune regole di base, si può sbagliare poco. Naturalmente, ci sono molti pescatori che fanno una vera e propria scienza e un segreto del mangime che usano. Questo è certamente sensato e corretto per la pesca in gara, in quanto la pressione di pesca è estremamente elevata. Ma se volete allestire un piccolo campo di pastura per voi stessi, dovete considerare solo alcuni punti.

Il problema principale è e rimane la consistenza, perché il mangime deve lasciare il cesto sul fondo e non in superficie al momento dell’impatto. È altrettanto inutile se il mangime rimane nel cesto come se fosse incastonato nel cemento. Quando il mangime è abbastanza umido da poter formare delle palline con le mani, avete trovato il giusto rapporto tra acqua e cibo secco. Tuttavia, le palline di mangime non devono attaccarsi tra loro, ma devono poter essere aperte con facilità. Se il cibo cola attraverso le dita, non resterà nel cestello. Si può sempre fare una prova con l’acqua. Se il cibo è ancora appeso nel cestello quando lo si recupera, è sicuramente troppo bagnato o è stato pressato troppo strettamente nel cestello.

Per le acque ferme è sufficiente il cibo secco, mentre per le acque profonde e a scorrimento veloce è opportuno il cibo umido. Il cibo chiaro attira i pesci grandi, mentre quello scuro tende ad attirare i pesci piccoli, che evitano il cibo chiaro per paura dei predatori. Nelle acque torbide, il cibo rosso dà i migliori risultati.

Il metodo più economico è quello di mescolare del pangrattato con alcuni campioni di esca all’amo. Questo attirerà parecchi pesci. Per coloro che non hanno problemi di soldi, è più facile acquistare un mangime speciale in un negozio specializzato. Esistono miscele adatte a ogni tipo di acqua e di pesce. Io di solito scelgo la via di mezzo e mescolo il mangime acquistato (feeder, fiume, barbo, lasca, ecc.) con il pangrattato in un rapporto di 1 a 3. A seconda dell’acqua e dell’esca, il mangime può essere usato per attirare un bel po’ di pesci.
A seconda dell’acqua e dell’esca, aggiungo da una a mezza porzione di farina di mais, farina d’avena, farina di canapa o simili.
Se la corrente è forte, aggiungere graniglia fine (anche argilla o sabbia di fiume) per appesantire il tutto.
Il sale, (per le orate) lo zucchero, gli attrattori, (in inverno) il brodo di carne in grani e in ogni caso campioni dell’esca utilizzata aumentano enormemente l’attrattiva. In inverno, in casi estremi, solo il terreno da pesca aromatizzato può avere successo.
La regola di base è: attirare, non saturare!

Attrattori e aromi negli alimenti

Un’incredibile varietà di agenti e tinture attende il pescatore al negozio di articoli da pesca. E spesso ha senso speziare il mangime o l’esca. Quando l’acqua è torbida, i pesci devono innanzitutto accorgersi della nostra esca. Naturalmente, questo funziona molto bene attraverso l’olfatto.
Anche se l’acqua è molto fredda, è meglio attirarli con gli odori che con troppo cibo.

Li dividerei in due categorie:

Dalla cucina: ciò che è buono per noi è buono anche per i pesci (la maggior parte delle volte, comunque). Questo dice già molto. Provare porta al successo. Tutti gli animali hanno bisogno di sale, quindi possiamo sempre aggiungerlo al cibo. L’aroma di vaniglia o lo zucchero vanigliato sono spesso ottimi per i pesci bianchi. Anche lo zucchero per le orate e le carpe è ampiamente conosciuto. Il parmigiano nel mangime per barbi e cavedani è il top.
Per le carpe è sempre utile provare a speziare le esche o i mangimi con il miele. Si può usare anche lo sciroppo dolce.
Se vi piacciono le sardine o i merluzzi all’olio, dovreste imbottigliare l’infuso e usarlo durante la vostra prossima battuta di pesca. Questo è un modo eccellente per condire i vermi. In particolare, i cavedani e le trote iridee ne sono ghiotti.

Dal negozio di pesca: In generale ho avuto buone esperienze con l’aminoacido, tutte le specie ittiche sembrano gradirlo. Anche l’aroma di formaggio in autunno per il barbo (in acqua alta) funziona bene.
Spesso uso bottiglie spray con aroma di trota o di orata per spruzzare l’esca e il cestino pieno di cibo. Se non funziona nulla, l’aroma di cozze mi ha spesso aiutato a uscire dai guai.

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default” custom_padding=”30px||29px|||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default”][et_pb_code _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default” custom_margin=”2px|||||”][the_ad_group id=”3101″][/et_pb_code][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row disabled_on=”on|off|off” _builder_version=”4.6.5″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”4.0.9″][et_pb_code _builder_version=”4.6.5″][crp limit=”8″ heading=”1″][/et_pb_code][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row _builder_version=”4.0.9″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”4.0.9″][et_pb_code disabled_on=”off|on|on” _builder_version=”4.6.5″][crp limit=”4″ heading=”1″][/et_pb_code][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ admin_label=”Raccomandazioni e commenti” _builder_version=”4.6.5″ collapsed=”on”][et_pb_row _builder_version=”3.25″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_comments _builder_version=”4.6.5″ custom_button=”on” button_bg_color=”#1d5b97″ button_text_size__hover_enabled=”off” button_one_text_size__hover_enabled=”off” button_two_text_size__hover_enabled=”off” button_text_color__hover_enabled=”off” button_one_text_color__hover_enabled=”off” button_two_text_color__hover_enabled=”off” button_border_width__hover_enabled=”off” button_one_border_width__hover_enabled=”off” button_two_border_width__hover_enabled=”off” button_border_color__hover_enabled=”off” button_one_border_color__hover_enabled=”off” button_two_border_color__hover_enabled=”off” button_border_radius__hover_enabled=”off” button_one_border_radius__hover_enabled=”off” button_two_border_radius__hover_enabled=”off” button_letter_spacing__hover_enabled=”off” button_one_letter_spacing__hover_enabled=”off” button_two_letter_spacing__hover_enabled=”off” button_bg_color__hover_enabled=”off” button_one_bg_color__hover_enabled=”off” button_two_bg_color__hover_enabled=”off”]
[/et_pb_comments][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default”][et_pb_row _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default”][et_pb_code _builder_version=”4.6.5″ _module_preset=”default”][the_ad_group id=”3102″][/et_pb_code][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]