Sogno di pesca: pesca allo sgombro nel Mare del Nord

I fatti più importanti in breve Siete appassionati di pesca e volete pescare gli sgombri nel Mare del Nord? Allora siete nel posto giusto! In questo articolo vogliamo darvi alcuni suggerimenti e trucchi per aiutarvi …

Sogno di pesca: pesca allo sgombro nel Mare del Nord

makrelenangeln_nordsee
  1. Rivista
  2. »
  3. La pesca
  4. »
  5. Sogno di pesca: pesca allo sgombro nel Mare del Nord

I fatti più importanti in breve

In quale periodo dell’anno devo pescare gli sgombri?

La maggior parte degli sgombri si trova nel Mare del Nord da metà maggio a fine settembre.

Quali sono i posti migliori per pescare nel Mare del Nord?

Il Mare del Nord è un luogo ideale per pescare, sia che ci si trovi in Norvegia o a Helgoland.

In quali acque si trovano gli sgombri?

Si trovano ovunque le acque profonde raggiungano la costa, negli strati superficiali caldi delle acque più fredde. Per saperne di più leggi qui.

Siete appassionati di pesca e volete pescare gli sgombri nel Mare del Nord? Allora siete nel posto giusto! In questo articolo vogliamo darvi alcuni suggerimenti e trucchi per aiutarvi a pescare con successo gli sgombri nel Mare del Nord. Prima, però, vi presentiamo questi affascinanti pesci argentati e la loro area di distribuzione nel Mare del Nord.

Cosa sono gli sgombri?

Gli sgombri sono pesci veloci e agili che appartengono alla famiglia delle aringhe. Si trovano nella maggior parte dei mari del mondo e sono una delle specie ittiche più comuni ed economicamente importanti. Nel Mare del Nord, lo sgombro atlantico, noto anche come sgombro comune, è il più comune.

Il loro corpo lungo e snello raggiunge solitamente i 30 cm di lunghezza e pesa fino a 1 kg. Nel Mare del Nord, tuttavia, sono raramente più grandi di 20 cm. Gli sgombri sono nuotatori molto veloci e possono raggiungere velocità incredibili, fino a 70 km/h. Sono molto agili e possono cambiare direzione rapidamente. Sono molto agili e possono cambiare direzione rapidamente.

Gli sgombri sono un bersaglio popolare per la pesca.

I loro habitat

Lo sgombro è una specie ittica molto popolare e si trova in molte acque del mondo. Tuttavia, la distribuzione di questa specie ittica varia notevolmente e dipende da diversi fattori, come la stagione, la temperatura dell’acqua e la disponibilità di fonti di cibo.

In generale, gli sgombri si trovano in acque più fredde , soprattutto in prossimità delle coste, dove l’acqua è più profonda e più nutriente. In Europa, ad esempio, si trovano nell’Atlantico settentrionale, nel Mare del Nord e nel Mediterraneo. In Nord America si trovano nell’Oceano Atlantico, nel Golfo del Messico e nell’Oceano Pacifico. Gli sgombri vivono solitamente in grandi banchi e si nutrono di piccoli pesci e plancton.

Il caratteristico corpo argenteo dello sgombro.

Dove conviene pescare lo sgombro nel Mare del Nord?

Gli sgombri sono molto diffusi nel Mare del Nord e si trovano dalle coste della Norvegia all’isola di Helgoland. Preferiscono le acque vicine al mare del Nord, ma non le zone poco profonde. Preferiscono avere qualche metro d’acqua sotto di sé. Si trovano spesso vicino a banchi di pesci o dove ci sono molti pesci piccoli. Anche le praterie di fanerogame o le strutture marine, come le scogliere o i relitti, possono essere luoghi ideali per gli sgombri.

Se non avete problemi di altezza, potete pescare anche dalle rocce in cui il mare scende a picco. In questo modo è possibile catturare uno sgombro direttamente dalla riva.

Suggerimento: il modo migliore per pescare gli sgombri è da un cutter o da scogli ripidi. Quest’ultimo tipo di pesca si chiama surf fishing allo sgombro. Si pesca lo sgombro dalla riva.

Come si nutrono gli sgombri nel Mare del Nord?

Gli sgombri sono onnivori. Si nutrono di tutto ciò che trovano nella loro area di distribuzione. Nel Mare del Nord si nutrono principalmente di piccoli pesci come acciughe o alici, ma anche di granchi, gamberi e altre creature marine. Cacciano le prede in banchi veloci e le mangiano completamente o parzialmente.

Gli sgombri sono onnivori.

Ulteriori informazioni: il contenuto di grassi di questi pesci popolari varia a seconda del ciclo riproduttivo. Dopo la deposizione delle uova, aumenta fino al 30%.

La loro importanza nella pesca

Gli sgombri sono una specie ittica importante per la pesca e vengono pescati in tutto il mondo. Nel Mare del Nord svolgono un ruolo importante come fonte di cibo per altri pesci, uccelli e mammiferi marini. Vengono pescati principalmente dalla flotta peschereccia di paesi del Mare del Nord come Norvegia, Scozia, Irlanda e Francia, ma anche da pescatori tedeschi.

La pesca dello sgombro nel Mare del Nord è tuttavia controversa, in quanto viene ripetutamente accusata di sovrasfruttamento degli stock. Questo può mettere in pericolo gli ecosistemi marini. Per evitare che ciò accada, esistono quote per la pesca dello sgombro nel Mare del Nord, stabilite dall’Unione Europea. La flotta peschereccia deve attenersi a queste quote per proteggere gli stock.

Attenzione: lo sgombro è a volte fortemente sovrasfruttato.

Quale attrezzatura è necessaria per la pesca allo sgombro?

Per la pesca allo sgombro nel Mare del Nord è necessario utilizzare una canna da spinning leggera e un mulinello con una lenza robusta. Il filo deve essere il più possibile resistente all’abrasione, poiché gli sgombri possono tirare molto velocemente e con forza quando abboccano. Come esca sono adatti piccoli jig metallici o esche artificiali sotto forma di imitazioni di piccoli pesci. Anche esche naturali come cozze o anguille possono essere adatte per la pesca allo sgombro nel Mare del Nord.

Come si pesca lo sgombro?

Gli sgombri sono pesci molto veloci e agili, quindi è necessario utilizzare una canna il più possibile veloce per poterli lanciare con rapidità e precisione. Lanciate l’esca il più lontano possibile nell’acqua e poi tiratela indietro rapidamente. Gli sgombri si muoveranno immediatamente quando abboccherete e dovrete tirare velocemente e con forza per catturarli.

La pesca allo sgombro richiede un po’ di pratica.

Nota: il periodo ideale per la pesca allo sgombro nel Mare del Nord è tra la metà di maggio e la fine di settembre. Questo è il periodo in cui molti di questi pesci migrano nelle acque lungo la costa tedesca.

Consigli e suggerimenti per la pesca allo sgombro nel Mare del Nord

  • Utilizzare esche da sgombro il più leggere possibile per poter lanciare il più lontano possibile.
  • Continuate a lanciare l’esca in acqua in punti diversi per trovare i pesci.
  • Utilizzate un mulinello con una lenza il più resistente possibile, in modo da poter controllare bene gli sgombri.
  • Se volete catturare più sgombri contemporaneamente, potete anche utilizzare il cosiddetto “paternoster “. Si tratta di un metodo di pesca in cui diversi ami sono attaccati a una lenza. Si getta l’esca per lo sgombro in acqua e la si tira lentamente indietro. Gli sgombri nuotano dietro e si impigliano negli ami.
  • Se volete provare per la prima volta la pesca allo sgombro nel Mare del Nord, vi consigliamo di lavorare con un pescatore esperto o di prenotare una battuta di pesca con una guida professionista. In questo modo potrete beneficiare della loro esperienza e conoscenza.

Pesca con lo sgombro paternoster

Qual è il modo ideale per pescare gli sgombri? Il modo migliore è con il cosiddetto paternoster per sgombri. Si tratta di un’esca speciale utilizzata per pescare questi pesci. Si tratta di uno speciale insieme di pesca che consiste in diverse esche per sgombri attaccate a una lenza.

Bestseller No. 1
Paternoster Syntesi Aglianico del Vulture doc - 750 ml
Paternoster Syntesi Aglianico del Vulture doc - 750 ml
Bottiglia da 75 cl; Annata: 2019; Provenienza: Basilicata - Vulture; Vitigno: aglianico; Vino rosso strutturato e decisamente fruttato
20,00 €

L’esca da pesca è sempre costituita da diversi ami attaccati a una lenza verticale. Ogni amo ha una piccola esca, solitamente costituita da scarti di pesce o da piccoli pesci come sardine o aringhe. Le esche sono disposte in modo da galleggiare nell’acqua a diverse profondità per avere maggiori possibilità di catturare gli sgombri durante la pesca a surf, che può trovarsi a diverse profondità.

La lenza verticale a cui sono attaccate le esche è solitamente collegata a un peso o a un piombo pesante che funge da ancora e mantiene le esche alla giusta profondità. Il paternoster per sgombri può essere lanciato in acqua da una canna da pesca o da una lenza e di solito viene tirato rapidamente attraverso l’acqua per attirare l’attenzione degli sgombri.

È un attrezzo da pesca molto diffuso per la cattura degli sgombri, che spesso si trovano in grandi banchi. Sono facili da catturare e sono una fonte di cibo molto apprezzata sia dagli uomini che dagli animali.

Suggerimento: con il paternoster per sgombri è possibile catturare più pesci contemporaneamente. Tuttavia, è necessario fare un po’ di pratica.

Pesca allo sgombro: Una grande esperienza di pesca

Dall’aria fresca del mare all’infrangersi delle onde e alle viste mozzafiato sul mare, il Mare del Nord offre una ricchezza di bellezze naturali.

Ma sono anche le sfide della pesca allo sgombro nel Mare del Nord a renderlo così speciale. Correnti, condizioni meteorologiche mutevoli e mare a volte difficile significano che avrete sempre nuove sfide da superare. La pesca al surf allo sgombro è una vera avventura. Vestitevi bene e avventuratevi in mare!

La pesca nel Mare del Nord non è solo un passatempo piacevole, ma anche un modo per conoscere e apprezzare la natura e le sfide del mare. Ci auguriamo di avervi aiutato con questi suggerimenti e trucchi e che presto possiate pescare con successo gli sgombri nel Mare del Nord. Divertitevi a pescare!

FAQ Pesca allo sgombro nel Mare del Nord

Come si pesca lo sgombro nel Mare del Nord?

Il modo migliore è il cutter o il surf fishing, in cui si pesca lo sgombro dalla riva. I pesci vengono solitamente catturati con l’aiuto di canne da spinning e esche artificiali.

Di quale attrezzatura ho bisogno per la pesca allo sgombro nel Mare del Nord?

È necessaria una canna da spinning leggera e un mulinello con un filo robusto e resistente all’abrasione. Come esca sono adatti piccoli jig metallici o esche artificiali, ma anche esche naturali.

Ci sono quote per la pesca allo sgombro nel Mare del Nord?

Sì, esistono quote per la pesca dello sgombro nel Mare del Nord, stabilite dall’Unione Europea. La flotta peschereccia deve rispettare queste quote per proteggere gli stock di sgombro.

Articoli correlati