Il lucioperca – il predatore degli Urali

I fatti più importanti in breve Il lucioperca è un pesce vorace che ha particolare successo nella caccia veloce. Questo cugino del pesce persico proviene originariamente dall’Europa settentrionale e orientale – in particolare la Russia …

Il lucioperca – il predatore degli Urali

Zander
  1. Rivista
  2. »
  3. Specie ittiche
  4. »
  5. Il lucioperca – il predatore degli Urali

I fatti più importanti in breve

Il lucioperca è un buon pesce?

La lunghezza del lucioperca, le sue dimensioni e le sue carni saporite lo rendono un buon pesce da cattura.

Cosa rende il lucioperca così speciale?

Il lucioperca è un pesce impegnativo da catturare. Scoprite perché qui.

Il lucioperca è contaminato da sostanze inquinanti?

Qualsiasi pesce può essere contaminato da sostanze inquinanti. Leggi qui perché il lucioperca è ancora un pesce buono da mangiare.

Il lucioperca è un pesce vorace che ha particolare successo nella caccia veloce. Questo cugino del pesce persico proviene originariamente dall’Europa settentrionale e orientale – in particolare la Russia non era immaginabile senza di lui per molto tempo. E non senza motivo: è il più grande predatore d’acqua dolce simile al pesce persico che l’Europa abbia.

Come è arrivato il lucioperca in Europa centrale?

Il lucioperca è una specie ittica d’acqua dolce originaria dell’Europa. Si pensa che sia arrivato in Europa centrale durante l’era glaciale, circa 10.000-12.000 anni fa, quando i ghiacciai si ritirarono e si formarono i fiumi e i laghi dell’Europa centrale.

Il lucioperca ha dimostrato di essere una parte importante della catena alimentare in Russia e in altre zone costiere dell’Europa settentrionale. Di conseguenza, sono stati compiuti molti sforzi per introdurlo in altre acque attraverso l’allevamento e il ripopolamento con novellame. Questi sforzi hanno avuto successo, almeno in parte, ed è per questo che il pesce è ora presente in molte acque dell’Europa centrale.

Nel complesso, questa specie ittica è originaria dell’Europa centrale da molto tempo e svolge un ruolo significativo nella pesca e nell’ecosistema di fiumi e laghi.

Informazioni supplementari: Sebbene il lucioperca appartenga ai pesci d’acqua dolce o d’acqua dolce, una piccola popolazione si è fatta strada nelle zone a bassa salinità del Mar Baltico. Questi pesci sono ora chiamati “Haff Zander”.

Le dimensioni del lucioperca possono raggiungere 1,30 m.

L’habitat

Questo pesce predatore vive in fiumi, laghi e canali con acqua pulita e limpida. La qualità dell’acqua è estremamente importante per il lucioperca. L’habitat del pesce è vario e spazia da fiumi e laghi con acque lente a grandi profondità in acque stagnanti.

In primavera e in estate, il lucioperca preferisce le acque poco profonde dove può cacciare le prede. Queste includono pesci come il pesce persico, la scardola, la lasca, la tinca, l’orata e il piccolo luccio.

Nella stagione fredda si ritira in acque più profonde, dove può mantenere la sua temperatura corporea e dove si concentra su pesci più grandi come lucci e anguille.

Il lucioperca ha bisogno di acque limpide e ricche di ossigeno per sopravvivere. Preferisce le acque con fondali sabbiosi o ghiaiosi, dove può scavare per nascondersi dai nemici. È un pesce solitario e di solito vive da solo o in piccoli gruppi.

Durante la stagione riproduttiva, che va da febbraio ad aprile, il lucioperca migra nei fiumi e nei canali per deporre le uova. I maschi formano poi delle nuvole riproduttive per attirare le femmine. Le uova si attaccano a piante e pietre e si schiudono dopo circa 7-10 giorni.

Il lucioperca è un importante predatore in Europa e svolge un ruolo importante negli ecosistemi fluviali e lacustri. È anche un pesce ricercato dai pescatori, in quanto è un eccellente combattente e un delizioso pesce da pasto. La protezione del suo habitat è quindi di grande importanza per garantire che questo importante pesce possa continuare a prosperare in Europa.

Suggerimento: il lucioperca trascorre la maggior parte della giornata vicino a strutture come grotte sottomarine, rocce, tronchi o piante acquatiche per proteggersi dai nemici e attendere le prede.

La qualità dell’acqua è particolarmente importante per il lucioperca.

Caccia e alimentazione del lucioperca

Quando caccia, il lucioperca usa la sua buona vista e i suoi forti sensi per localizzare e seguire le prede. Come prede predilige pesci di piccole e medie dimensioni, come il pesce persico, lo smelt, la lasca, la tinca e l’orata. La dieta del lucioperca comprende anche altri vertebrati come rane, rospi o uccelli.

La tecnica di caccia di questo pesce consiste nell’avvicinarsi furtivamente alla preda per poi sorprenderla con un attacco rapido. In questo modo, afferra la preda con le sue potenti mascelle e la uccide.

Il predatore colpisce dove la preda si sente al sicuro: vicino alla riva. La preda di solito rimane lì per evitare i predatori in acque più profonde.

Il lucioperca è particolarmente efficace quando caccia al crepuscolo o di notte. In questo periodo, molti pesci preda sono attivi e il lucioperca può predare facilmente grazie alla sua buona visibilità e all’elevata velocità.

Ama inoltre utilizzare strutture come rocce, grotte sottomarine o piante acquatiche per nascondersi e attaccare in agguato.

Buono a sapersi: La tecnica di caccia del lucioperca è molto efficace e lo rende un importante predatore nelle acque europee. La sua capacità di uccidere rapidamente la preda e di cacciare molte specie di prede gli conferisce un posto importante negli ecosistemi fluviali e lacustri.

Lo stile di vita del lucioperca è adattato in modo ottimale a fiumi, laghi e canali.

Aspetto

Facendo parte della famiglia dei pesci persici, il lucioperca dovrebbe avere un dorso alto e una colorazione verde scuro. Tuttavia, non è così. A rigore, un profano potrebbe paragonare il lucioperca a un luccio.

La sua colorazione presenta una percentuale di verde, ma molto pallida. Il dorso e le pinne dorsali appuntite e spinose sono attraversati da un disegno a macchie molto particolare, che gli conferisce anche le strisce.

Il corpo è lungo e stretto, il che consente al lucioperca di muoversi molto rapidamente quando necessario. Il dorso è ornato da due pinne dorsali separate. Quella anteriore, in particolare, è spinosa e gli conferisce la capacità di rimanere più o meno immobile nell’acqua e di appostarsi.

La sua bocca è tipica dei predatori e presenta molti denti appuntiti. Tuttavia, la sua bocca è relativamente piccola, motivo per cui questo pesce, altrimenti piuttosto grande, deve cacciare piccole prede. Questo aspetto può essere sfruttato molto bene per la scelta dell’esca: una piccola esca di colore marrone-argenteo è una buona scelta.

Nota: se avete catturato un lucioperca, i guanti possono proteggervi dalle sue punte.

Se il cibo e l’acqua sono di qualità, il lucioperca può diventare molto pesante.

Le dimensioni del lucioperca

Le dimensioni del lucioperca possono variare a seconda dell’habitat e dell’alimentazione. Spesso questi pesci predatori raggiungono una lunghezza di circa 50-80 centimetri e un peso compreso tra 1 e 10 chilogrammi. Tuttavia, sono stati segnalati anche lucioperca che possono raggiungere 1,30 metri di lunghezza e 25 chilogrammi di peso.

La lunghezza del lucioperca dipende da vari fattori, come la disponibilità di cibo e l’habitat. Nelle acque con un’alta densità di pesce foraggio, il lucioperca può crescere più velocemente e diventare più grande.

Di norma, il lucioperca raggiunge la sua dimensione massima a circa 10 anni di età. Tuttavia, la maggior parte dei lucioperca catturati dai pescatori ha un’età compresa tra i 2 e i 5 anni e pesa tra 1 e 5 chilogrammi.

Poiché il lucioperca è un pesce da pasto molto ricercato e una cattura popolare per i pescatori, è importante che la popolazione di lucioperca in Europa sia protetta. In questo modo garantiamo che questa importante specie ittica continui a prosperare nei fiumi e nei laghi.

Impressionante: il lucioperca più grande mai pescato in Germania è stato catturato nel lago di Costanza nel 1984. Il lucioperca era lungo 1,52 m e pesava 25,2 kg. La cattura è stata effettuata da un pescatore di nome Lothar Louis ed è tuttora considerata la più grande cattura di lucioperca documentata a livello mondiale.

Pesca al lucioperca

La pesca al lucioperca è un’attività molto diffusa tra i pescatori europei. Se volete catturare il pesce, ci sono alcuni consigli che possono aiutarvi ad avere successo:

  1. Scegliere l’esca giusta: il lucioperca preferisce esche naturali come pesci, gamberi o vermi. I pesci esca, come le lasche o i piccoli persici, sono particolarmente efficaci per attirarli. Anche le esche artificiali, come i pesciolini di gomma, gli spinners e i plugs, possono dare buoni risultati.
  2. Scegliere il posto giusto per la pesca: questo predatore tende a preferire acque più profonde e a rifugiarsi in strutture come rocce, grotte sottomarine o piante acquatiche. Quindi, se volete pescare il lucioperca, dovete cercare queste strutture.
  3. Pescare di notte: il lucioperca è un cacciatore notturno e può essere pescato particolarmente bene al crepuscolo o di notte.
  4. Utilizzare una canna da pesca speciale: una canna da pesca speciale, lunga e sensibile, è la più adatta per pescare questa specie. Dovrebbe anche avere una buona forza dorsale per controllare il pesce durante l’esercitazione.
  5. Usare la tecnica giusta: quando si pesca il lucioperca, è importante usare una tecnica calma e lenta. Lasciate che l’esca scivoli lentamente nell’acqua per attirare i pesci. Quando si avverte un’abboccata, tirare rapidamente la canna per agganciare l’amo.

La pesca al lucioperca richiede pazienza e perseveranza. Se seguite i nostri consigli, avrete buone probabilità di fare una cattura.

Bestseller No. 1
Canna da pesca Kamisori Zander
Canna da pesca Kamisori Zander
Prodotto: canna da pesca; Tipo: filatura; Lunghezza [cm]: 214; C.W. 28g; Lunghezza transp [cm]: 214
141,99 €

Attenzione: assicuratevi di tenere conto dei periodi di chiusura dei pesci predatori in primavera! Questi possono variare a seconda dello Stato federale.

Lo stile di vita del lucioperca rende la pesca impegnativa.

Mangiare il lucioperca

Come per la maggior parte delle specie ittiche, i livelli di inquinanti nel lucioperca possono variare a seconda delle acque in cui vive. Alcune acque possono essere più inquinate di altre e quindi presentare concentrazioni più elevate di inquinanti.

Alcuni degli inquinanti più comuni che possono essere trovati nel pesce predatore sono il mercurio, i PCB e le diossine. Questi inquinanti possono accumularsi nel corpo del pesce nel corso del tempo e rappresentare un rischio per la salute se consumati dall’uomo.

In generale, tuttavia, il lucioperca non è più colpito dai contaminanti rispetto ad altre specie ittiche e può essere consumato senza problemi se proviene da acque pulite e sane.

Buono a sapersi: Poiché il lucioperca predilige acque particolarmente pulite, di solito è sicuro da mangiare.

Tutto in sintesi

Il lucioperca è il più grande predatore di pesciolini nelle acque dolci europee e ama il caldo e la pulizia del suo territorio. Le sue prede sono pesci più piccoli, che insidia in acque poco profonde. Il suo aspetto e il suo comportamento di caccia sono simili a quelli del luccio. Il suo carattere straordinario e la sua fame fanno disperare i programmi di allevamento. La crescente popolarità nella gastronomia continua a far sì che la popolazione di questi pesci speciali diminuisca nel tempo.

FAQ – Zander

Da dove proviene il lucioperca?

Originario della Russia, il suo areale si estende ancora agli Urali! Ma questi pesci sono stati trovati anche in Asia occidentale.

Esistono altri nomi per il lucioperca?

A volte il lucioperca viene chiamato anche “luccioperca”, in quanto potrebbe essere un perfetto mix di entrambe le specie.

Che cosa morde particolarmente bene il lucioperca?

Poiché le sue prede sono costituite da piccoli pesci come la lasca e lo smelt, è consigliabile utilizzare esche piccole, leggermente luccicanti ma dai colori tenui. Cercate di lanciare l’esca vicino alla riva e di muoverla lentamente.