Pesca all’orata: Successo con un cesto di cibo e vermi

Brassen angeln ist sehr einfach, da diese Fische in vielen Gewässern zu Massen auftreten. Wir zeigen dir mit welchen Methoden du erfolgreich auf Brassen angelst.

Pesca all’orata: Successo con un cesto di cibo e vermi

Brassenangeln Made
  1. Rivista
  2. »
  3. La pesca
  4. »
  5. Pesca di pace
  6. »
  7. Pesca all’orata: Successo con un cesto di cibo e vermi

Pesca dell’orata con canna da fondo o galleggiante.

Le principali stagioni di pesca all’orata sono la primavera, la mezza estate e l’autunno. La pesca con la canna da feeder e la pesca con il galleggiante si sono dimostrate metodi di pesca particolarmente efficaci. Poiché l’orata è un pesce di banco, è molto utile attirarla con il cibo e poi mantenere il branco nel punto di alimentazione. In questo modo è possibile catturare diversi pesci in un breve periodo di tempo. Lo stesso vale per la pesca con il galleggiante.
All’inizio della pesca, può benissimo capitare che i pesci più piccoli si trovino sul posto. Allora non perdete la pazienza, ma continuate a pasturare e a offrire l’esca. Presto i pesci piccoli saranno sazi e le orate si avvicineranno al punto di alimentazione.
Le orate si stancano relativamente in fretta quando vengono trapanate e possono essere sbarcate facilmente. È opportuno avere a disposizione un retino da sbarco adeguato, poiché è molto probabile che le orate abbocchino. Queste hanno un diametro elevato e non entrano in tutti i retini da sbarco. Capita anche che una carpa abbocchi all’esca. Le orate sono molto viscide e il retino si incastra rapidamente. Dopo la pesca, deve essere lavata bene con acqua sul posto.

Bestseller No. 1
GAMAKATSU HI-CARBON 142N MIS.12
  • AMO GAMAKATSU LS-1060N/142N 25pz.
Bestseller No. 1
Rete da Sbarco per la Pesca a Mosca Rete in Gomma a Rete Galleggiante Rete da Pesca Pieghevole con Manico in Gomma Eva per Trota Salmone Basso Kayak
  • Telaio in metallo rinforzato: la rete da pesca è realizzata con un telaio in metallo di alta qualità, è resistente...
  • Rete di rivestimento impermeabile: il retino da pesca è realizzato in morbido materiale gommato, eccellente resistenza...
  • Comoda impugnatura in EVA: rete galleggiante per trote con una comoda impugnatura in EVA che migliora la presa e la...

Esche e mangimi per la pesca all’orata

Le esche migliori per la pesca all’orata sono i vermi. Molto appetibile è anche un cocktail di un verme stercorario e di un verme per garantire la sicurezza e aggiungere un incentivo. Altre esche sono i vermi di rugiada, il mais e le boilies.
Come mangime si possono usare le miscele già pronte che si trovano nei negozi di articoli da pesca. Ulteriori suggerimenti sono riportati nella sezione dedicata all’alimentazione. In ogni caso, assicuratevi di allestire un bel punto di alimentazione. Ciò significa colpire sempre lo stesso punto con il cesto di pastura e posizionare le palline di pastura accanto al galleggiante quando si pesca con il galleggiante. Quando si pesca con il feeder, è molto utile fissare il filo nel fermacorda del mulinello dopo il primo lancio e ricordare un elemento sull’altra sponda. Questo elemento può essere preso di mira nei lanci successivi e il fermacorda fermerà la mosca dell’attrezzatura.

Canna e mulinello per la pesca all’orata

L’attrezzatura da pesca consigliata è costituita da canne da feeder con punte da morbide a dure e una lunghezza di circa 3,60 metri. La punta deve essere intercambiabile in modo da potersi adattare alle diverse situazioni in acqua. Il mulinello deve avere un freno perfetto e avvolgere il filo intrecciato dello 0,20 in modo pulito. Trecciato? Sì, in modo da poter sbarcare in sicurezza anche le catture accessorie come le carpe. Il leader è un trecciato affondante di 15-20 cm. A seconda della grandezza dell’esca, si possono scegliere ami di dimensioni comprese tra il 2 e il 10.
Per l’esca consiglio la montatura ad occhiello. Questa soluzione è descritta molto bene nel video. Quando si pesca con il galleggiante, assicurarsi che l’esca sia appoggiata sul fondo. È possibile ottenere questo risultato quando la profondità è stata sondata perfettamente. Anche un galleggiante fine è un vantaggio.

Anche le orate invernali abboccano molto bene

Anche in inverno è possibile pescare molto bene le orate. Soprattutto durante il giorno, a partire dalle 11 circa, i pesci si nutrono attivamente. Un vantaggio per il pescatore: in inverno la produzione di muco è un po’ più limitata. Ciò significa che non intasano più di tanto il retino e la lenza. Inoltre, non è necessario il pedinamento notturno. I pesci si trasferiscono nei loro quartieri invernali verso la fine di novembre e ripartono alla fine di febbraio.
Anche in questo periodo dell’anno, le orate sono in giro in branchi e quando se ne trova una, è una dopo l’altra. Le orate si trovano raramente nel punto più profondo dell’acqua, ma un po’ più in alto (circa +1 m). Si dovrebbe cercare di posizionare le canne a diverse profondità. Come esca si possono usare alimenti grossolani e boilies fino a 15 mm di diametro, pellet, vermi di rugiada o gamberetti sgusciati. Come sempre, è bene provare diverse varianti.

Foto di copertina: © flickr / rjp, CC by 2.0