Pescare l’anguilla in modo diverso: con la canna da feeder per anguilla

Das Angeln auf Aal klappt auch sehr gut mit dem Futterkorb. Was du beim Feederangeln auf Aal beachten musst, erfährst du im Artikel.

Pescare l’anguilla in modo diverso: con la canna da feeder per anguilla

palomar knoten
  1. Rivista
  2. »
  3. La pesca
  4. »
  5. Pesca ai predatori
  6. »
  7. Pescare l’anguilla in modo diverso: con la canna da feeder per anguilla

Probabilmente uno dei pesci più misteriosi delle nostre acque dolci è l’anguilla. Il pesce serpentino che morde preferibilmente al buio, quando i pipistrelli sono a caccia. Una creatura affascinante che ha affascinato l’uomo per migliaia di anni. Per alcuni, l’anguilla è qualcosa di molto speciale, che richiede un’abilità di pesca maggiore di quella che si pensa. Per altri, invece, è considerata alla stregua di un serpente. Qualunque sia l’opinione che si ha dell’anguilla, essa è e rimane per noi un mistero che probabilmente non sarà mai completamente risolto.

Anguilla misteriosa

Quando si pesca l’anguilla si vive tutto il mistero. Inizia nelle ore serali, quando l’acqua diventa più calma e si è soli con se stessi, l’attrezzatura e i propri pensieri. Gli occhi sono fissi sulla luce di curvatura, in attesa che la punta tremi o che il galleggiante si immerga. Nel mezzo, si sente l’acqua, i pesci che saltano fuori dall’acqua. Cosa sta succedendo sott’acqua? Un luccio sta cacciando? Quando si pesca, di solito si ha il tempo di pensare a molte cose, ad esempio: come posso catturare più anguille?

Le anguille si affidano all’olfatto

La maggior parte delle persone probabilmente penserà che pescare le anguille è facile: un’attrezzatura di base, un piombo, un amo da verme, un verme di rugiada e il gioco è fatto. In linea di principio, non c’è nulla da obiettare a questo approccio. Sono riuscito a catturare alcune delle mie anguille più grandi con questo sistema. Tuttavia, ci sono anche dei mesi in cui bisogna letteralmente convincere le anguille ad abboccare, soprattutto quando l’acqua è ancora un po’ più fredda (come all’inizio della primavera). Per avere davvero successo nella pesca, i pescatori, e naturalmente le pescatrici, devono conoscere la biologia dei loro pesci bersaglio. A questo punto ci interessa sapere come l’anguilla caccia, cosa e quando. Ho già accennato al quando, principalmente al buio, con alcune eccezioni – che non tratterò in questa sede. Poiché le anguille non vedono molto bene, durante la caccia si affidano principalmente all’olfatto. Si legge spesso che l’anguilla riesce comunque a percepire 1 cm3 di olio di rosa in una quantità d’acqua 60 volte superiore. Ciò significa che la nostra anguilla ha un olfatto addirittura migliore di quello del migliore amico dell’uomo. Ed è proprio questo olfatto straordinariamente buono che vogliamo stimolare. La primavera è la stagione della riproduzione. Migliaia di pesci si riproducono tra aprile e maggio e le nostre anguille sono i temuti predatori della riproduzione.

Offerta: -38%Bestseller No. 1
Fogli Cellophane Trasparenti per Confezioni 100x130 cm, 25 pz, carta trasparente per cesti regalo
  • La confezione contiene 25 fogli trasparenti di dimensioni 100 x 130 cm per confezionare cesti e regali
  • I fogli trasparenti sono idonei al contatto con alimenti e resistenti, perfetti per impacchettare cesti natalizi e...
  • I fogli sono interamente prodotti in Italia (100% Made in Italy)
Bestseller No. 1
Xzbling Asta per mangiatoia per Uccelli | da Giardino Staccabile per casetta per Uccelli da 71 Pollici con Viti - Parti di Ricambio per mangiatoia per Uccelli universali per Esterni, Supporto
  • ◧[Accessori variabili] Essendo utile per posizionare mangiatoie per uccelli, il supporto per mangiatoia per uccelli è...
  • ◧[Design stabile] Il palo per casetta per uccelli è dotato di elementi di fissaggio in ogni sezione, con una buona...
  • ◧[Materiali persistenti] Realizzato in ferro di qualità, il palo per mangiatoia per uccelli può supportare più...

Un cesto di alimentazione pieno attira l’anguilla

Dopo aver chiarito quando, cosa e come cacciare l’anguilla, dobbiamo ancora chiarire in che modo questo ci avvantaggia dal punto di vista della pesca. A tal fine, possiamo prendere spunto dal libro dei pescatori di pesci pacifici, ovvero il cosiddetto “metodo feeder”, che consiste nel montare un cesto di mangime pieno su un supporto a terra. L’odore del cibo attira i pesci sul posto e li spinge a mangiare. Anche i bocconi più sottili sono segnalati da una punta molto sensibile, la cosiddetta punta tremante. Torniamo ora alle anguille. Dopo averle uccise, secondo le regole del gioco, tagliamo qualche lasca (femmina) e la apriamo un po’ all’altezza dell’ano. Attraverso il taglio possiamo spremere la bottarga dal pesce e metterla in un cestino per il cibo, i cestini di plastica per le larve sono i migliori per questo scopo. Alla bottarga aggiungo qualche pezzetto di verme di rugiada. La rugiada viene semplicemente tagliata a pezzetti con le forbici. Certo, il tutto sembra un po’ “poco appetitoso” e lo è, ma l’importante è che il pesce abbocchi.

E le anguille mordono davvero

Un pezzo di verme di rugiada va messo su un amo da verme. Quanto basta per coprire l’amo, ma non troppo grande quando l’acqua è ancora un po’ più fredda. Il tutto viene offerto su una canna da feeder, proprio come per i pescatori di pesci tranquilli. Non preoccupatevi, la spina dorsale della maggior parte delle canne da feeder è abbastanza robusta da perforare i capitali. Ho catturato la mia anguilla più grande di 113 cm su una canna di questo tipo. Per quanto riguarda i leader, ormai mi affido solo a materiale autocollante. Sulla Sprea, una lunghezza del leader di circa 30 cm si è dimostrata vincente.

Se questo metodo è efficace o meno, dovete testarlo sulla vostra acqua. Vi consiglio di provarlo per diversi giorni e spot, perché un test singolo non è davvero risolutivo. Finché le canne hanno la bottarga nel corpo, potete provare questo metodo, non è molto complicato, ma è un incentivo in più per convincere le anguille ad abboccare. Divertitevi a provarlo e ricordate di portare con voi un panno per pulirvi le mani in seguito 😉

Articoli correlati